Stampa
Categoria: Sezione CISAR Perugia
Visite: 3377

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

FIELD DAY 2017: L'UNIONE FA LA FORZA!

Nessuno avrebbe mai immaginato che una semplice e-mail tra Presidenti di Sezione avrebbe potuto portare tanto “lontano” dando concretamente il via ad un nuovo corso di rapporti e collaborazioni tra due delle più importanti Associazioni di Radioamatori in Italia: ARI e CISAR.

A metà Luglio si è insediato il nuovo consiglio direttivo di ARI Perugia e dalle associazioni della zona sono arrivati saluti ed auguri per un buon mandato. Tra questi c’era quello di Francesco IW0QMN, presidente di CISAR Assisi. Così in un caldo venerdì sera di fine Luglio Gianfederico IK0AZG, vice-presidente, e Francesco IZ0ABD, presidente di ARI Perugia, hanno accolto l’invito di IW0QMN e sono andati a fare loro visita. Dopo un’accoglienza a dir poco calorosa (con alcuni di loro l’amicizia era di lunga data) è subito emersa la volontà di fare qualcosa insieme e l’occasione del Field Day di Settembre è apparsa subito quella giusta. Circa una settimana dopo un piccolo gruppo di lavoro si è ritrovato a casa di un altro Francesco, IK0XBX, per dare concretezza al progetto. Il tempo a disposizione per organizzarci era poco, circa un mese, e si sa che Agosto è tempo di ferie un po’ per tutti. Ma la voglia di stare insieme era davvero tanta.

E’ stato così che ARI Perugia (www.aripg.it) e CISAR Assisi (www.cisarassisi.it) hanno deciso di trasmettere dalla cima del Monte Subasio (Figura 1), sopra la città di San Francesco. Da lì, a quota 1290 m, oltre a trasmettere l’omonima radio, si gode di una vista mozzafiato a 360° su Assisi, Perugia e tante altre città: l’idea stava crescendo veramente bene! Deciso il luogo non rimaneva altro che studiare come allestire la stazione. Ma subito ci siamo detti “perché una sola e non due?”. Si pensò quindi di prendere parte collegialmente all’importante appuntamento annuale, partecipando sia al “Field Day HF IARU Reg.1 SSB – Memorial I0FLY” che al “VHF IARU INTERNATIONAL CONTEST”. Quella sera stessa, si stabilì di comune accordo che i rispettivi nominativi di sezione IQØPG e IQØQJ fossero attribuiti il primo alle HF e il secondo alle VHF. L’idea piacque così tanto che una volta ufficializzato l’evento, tutti concordarono nel “ribattezzare” l’iniziativa come una vera e propria “Festa della Radio”. Al microfono si sono scambiati gli operatori di entrambe le Associazioni, indipendentemente dal nominativo utilizzato.

Figura 1. Vista della cima del Monte Subasio. Le antenne sono pronte, il field day può iniziare.

In Figura 2, Figura 3 e Figura 4 si possono vedere alcuni momenti di attività radio.

Figura 2. IU0ARA Paolo trasmette per IQ0PG e registra il QSO con QARTEST.

Figura 3. Da sinistra, IK0AZG Gianfederico, IW0RGN Marco - alla radio, I0UZF Francesco, IZ0PAD Francesco

Figura 4. IQ0QJ sta trasmettendo. Da sinistra IU0FCX Francesco, IW0QPP Fabio, IW0QMN Francesco

Il clima di estrema cordialità e collaborazione (Figura 5) tra le due delegazioni ha fatto emergere immediatamente un pensiero comune: siamo Radioamatori e condividiamo tutti la stessa passione indipendentemente dall’Associazione cui si è iscritti. Queste sono state le fondamenta che hanno dato vita immediatamente all’idea di una vera e propria esperienza comune, sfociata appunto nella realizzazione del FIELD DAY IARU di settembre 2017.

Figura 5. IZ0ABD Francesco, presidente ARI Perugia a sinistra, e IW0QMN, presidente CISAR Assisi a destra, davanti alla tenda che ospita IQ0PG danno avvio alle trasmissioni con una gioiosa stretta di mano.

Vista la scelta del luogo dal quale operare, ovvero la vetta del Monte Subasio, l’organizzazione del contest non è stata comunque cosa semplice. Presi tutti dal forte entusiasmo e inebriati da quest’aria di ritrovata amicizia, ci siamo ritrovati a fare i conti con la burocrazia, ma l’idea che l’Ente preposto alla vigilanza del Parco del Subasio non autorizzasse le nostre attività, e quindi non concedesse lo spazio richiesto per la realizzazione del desiderato evento, nemmeno ci sfiorava lontanamente. Siamo stati comunque costretti a redigere una relazione dettagliata su quello che avremmo voluto fare nel corso delle oltre 24 ore del Field Day. Evidentemente però il destino aveva già stabilito che le cose sarebbero dovute andare in un verso solo, quello giusto, cosicché dopo le opportune valutazioni e stabilito che la nostra iniziativa con l’occupazione degli spazi montani non avrebbe avuto conseguenze sull’ambiente, la Comunità Montana dei Monti Martani, Serano e Subasio, rilasciando il nullaosta, autorizzava di fatto la nostra attività dando così via libera allo svolgimento della manifestazione.

Completata la lista delle cose da fare e preparate tutte le attrezzature da portare via, all’alba del 2 Settembre eravamo già in cima al monte: iniziava così quello che avrebbe dovuto essere il debutto di una nuova stagione associativa e che voleva e vuol rappresentare una guida concreta per molti, un volano per l’intero associativismo nazionale, il FIELD DAY IARU Reg.1 Contest ARI Perugia & CISAR Assisi 2017. A metà mattina il campo base era oramai pronto (Figura 1), grazie anche alla collaborazione di altri Enti come la Regione Umbria e la Provincia di Perugia che, rispettivamente, ci hanno messo a disposizione una Tenda PI88 della Protezione Civile ed un camper, quello adibito a sezione mobile Protezione Civile della Provincia di Perugia (Figura 6 e Figura 7).

Figura 6. IK0AZG, sulla destra, “sovraintende” alle operazione di messa in servizio dell'antenna VHF. Nella foto, di spalle IW0QPP Fabio, IW0QMN Francesco al centro e dietro di lui IZ0BVU Lorenzo.

Figura 7. La tenda PI88 di IQ0PG e il camper di IQ0QJ. Sullo sfondo alcuni OM mettono a punto l'antenna VHF.

Le due stazioni radio operanti in HF e VHF sono state ospitate rispettivamente all’interno della tenda azzurra della Protezione Civile regionale e nel camper. In questo modo si poteva trasmettere in piena autonomia operativa evitando che gli operatori si disturbassero a vicenda nel corso delle operazioni di chiamata e risposta, soprattutto in fonia.

Per la stazione radio HF sono state impiegate le seguanti apparecchiature:

Per la stazione in VHF invece la dotazione era la seguente:

L’energia elettrica per l’alimentazione delle stazioni radio, l’illuminazione notturna ed il necessario barbecue è stata fornita da due gruppi elettrogeni alimentati a gasolio e benzina da 6KW ciascuno (non potevamo rischiare di rimanere senza). Era infatti necessario anche poter mangiare qualcosa di caldo, il tempo non è stato dei migliori tra vento, bassa temperatura e pioggia. Non sono quindi mancati momenti conviviali, come mostrato in Figura 8.

Figura 8. Cena all'interno della tenda, al riparo da vento e pioggia. Nel menù un'ottima zuppa di fagioli offerta da IK0FNZ, dietro sulla sinistra. Al suo fianco IW0QMN Francesco, IZ0ABD Francesco e IK0AZG Gianfederico. In primo piano IU0AAC Federico e Claudia (di spalle).

Nelle 24 ore di Contest i risultati ottenuti sono stati i seguenti:

IQ0PG/0

IQ0QJ/0

Di sicuro, a prescindere dai risultati ufficiali raggiunti nella due giorni al Subasio, a vincere è stata assolutamente la vera passione per l’hobby più bello del mondo, condivisa in amicizia e grande armonia tra i partecipanti, che ci ha reso ancora più orgogliosi rispetto anche al più alto dei piazzamenti nella classifica del contest.

Il nostro ringraziamento va a tutti gli OM che hanno partecipato a questo indimenticabile contest come operatori radio, come tecnici per l’allestimento/organizzazione o come semplici amici in visita. In ordine rigorosamente alfabetico ricordiamo e ringraziamo:

I0GEJ Lidio, I0UZF Francesco, IK0AZG Gianfederico, IK0FNZ Mario, IK0PUL Andrea, IK0VSY Roberto, IK0XBX Francesco, IK0YUT Luigi, IW0QHA Angelo, IW0QMN Francesco, IW0QPP Fabio, IW0RFA Gianluca, IW0RGN Marco, IW0RQH Filippo, IW0SAG Fabio, IU0AAC Federico e YL Claudia, IU0ARA Paolo, IU0BLY Paolo, IU0ECY Valentino e YL Mariapia, IU0FOA Rino, IU0JLG Francesco, IZ0ABD Francesco, IZ0BVU Lorenzo, IZ0DXD Sergio, IZ0FWD Iari, IZ0PAD Francesco, IZ0RMH Fabio.

W la radio e W l’amicizia!

73 de IU0ARA & IZ0ABD